Seguici su Fb - Rss

Lunedì, 21 Maggio 2018 10:30
Pallacanestro

I Bionics espugnano Cantù e fanno il primo passo verso la promozione

Tutte le attenzioni sono ora rivolte a Gara 2, che si giocherà mercoledì 23 Maggio, a Buccinasco, nella palestra di Via Tiziano. Per i gialloneri vincere significa assicurarsi il passaggio in Serie C Gold

Con una serie di triple (Fant, Romanoni, Casciano), i buccinaschini spiccano il volo Con una serie di triple (Fant, Romanoni, Casciano), i buccinaschini spiccano il volo

I buccinaschini tornano tra le mura nemiche del palazzetto Parini: palcoscenico già di una sconfitta durante il campionato. Infatti, Cantù è un avversario temuto e conosciuto, che si è piazzato primo nel girone di qualificazione. Quale occasione migliore per ribaltare le aspettative? I Bionics arrivano con la consapevolezza di dover scalare una montagna per ottenere un risultato positivo. Cantù, da parte sua, ha la convinzione di conoscere bene i propri avversari e non si aspetta sorprese di alcun tipo.

Tutto secondo i piani

Il primo quarto rispecchia le aspettative di tutti: Cantù entra in campo a gamba tesa e dopo tre minuti di gioco il tabellone segna 9-0 per i brianzoli. Non demoralizzarsi sembra l’obiettivo primario. Kisonga e Anelli aprono le danze dei gialloneri, ma nulla sembra sufficiente a placare l’avanzata avversaria. Il distacco non passa inosservato: 14-5, e mancano ancora 5 minuti alla fine del quarto. Fortunatamente, la grinta dei canturini non spaventa i gialloneri che sembrano essere particolarmente lucidi e, passo dopo passo, riescono a contenere gli avversari e a diminuire la distanza (15-19).

Sulla linea del primo quarto

Il secondo quarto segue la linea del primo. I minuti scorrono veloci, la palla passa da una mano all’altra e non fatica ad arrivare all’obiettivo: Cantù protegge con gelosia il vantaggio conquistato, quasi a voler sbeffeggiare i gialloneri in trasferta. L’orgoglio giallonero non tarda a farsi strada tra i giocatori, così i Bionics non rimangono indietro e, a metà del secondo quarto le squadre sono in parità (28-28). Continuano così per qualche minuto, solo negli ultimi secondi i padroni di casa riprendono le fila del discorso e le redini del gioco: riassestano il tiro e mettono al sicuro il vantaggio (39-31).

Mai arrendersi

Far prendere fiato a mente e corpo sembra estremamente necessario: i primi due quarti sono stati giocati ad una velocità tale che la pausa dovrà servire a recuperare forze e concentrazione. I tifosi sono eccitati e curiosi: chi riuscirà a mantenere questa lucidità fino al suono della sirena? Le squadre rimettono piede in campo, e Cantù non sembra disposta a scendere a compromessi. I minuti scorrono, la stanchezza inizia a farsi sentire, ma i padroni di casa assaporano già la vittoria quando, a metà del tempo, raggiungono il massimo distacco dai gialloneri (+10). Si può dire che la costanza dei Bionics non perde un colpo, anzi: i buccinaschini, in cerca di riscatto, si riassestano e diminuiscono le distanze mentre i canturini iniziano a sentire il loro fiato sul collo ed il quarto si chiude con un vantaggio insignificante (54-53).

Chi la dura la vince

Il quarto decisivo è iniziato e i primi due minuti di gioco scorrono senza alterazione degli equilibri. È Bologaro a firmare il sorpasso dei canturini (55-54) e da quel momento i gialloneri diventano inarrestabili. Con una serie di triple (Fant, Romanoni, Casciano), spiccano il volo. I padroni di casa, sconcertati, non sanno più come far girare la palla per uscire da una situazione di stallo. Mancano due minuti e i gialloneri osservano orgogliosi il tabellone: 66-57. I canturini si squadrano sbalorditi. Non ci credono e tantomeno vogliono crederci. Eppure. Eppure non gliene gira giusta una, così non riescono a diminuire il distacco che ormai è diventato insormontabile (68-57). I marcaatori: Talivo 0, Fornari 11, Cafarra 6, Casciano F. 9, Romanoni 9, Fant 8, Bursi 0, Bolongaro 2, Moalli 10, Arisi 0, Kisonga 6, Anelli 7.

Non è detta l’ultima parola

Tutte le attenzioni sono ora rivolte a Gara 2, che si giocherà mercoledì 23 Maggio, a Buccinasco, nella palestra di Via Tiziano. Per i gialloneri vincere significa assicurarsi il passaggio in Serie C Gold e aggiungere un importante tassello alla storia della società, mentre i biancorossi saranno pronti a lottare per rinviare la partita decisiva a Gara 3 a Cantù. Per vincere serve una squadra attenta e compatta, serve anche un palazzetto colmo di tifosi scatenati pronti a incitare i Bionics dal primo all’ultimo minuto.  

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Powered by:

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Sport
Giovani atleti crescono
Finali nazionali di ginnastica, l’Idrostar chiude con il botto

Finali nazionali di ginnastica, l’Idrostar chiude con il botto

Il “bottino” raccolto dalle atlete e atleti della società cesanese è di ben 5 titoli nazionali e 12 medaglie

Sport
Basket giovanile
Gli Scoiattoli di Buccinasco provano a scalare la rocca di San Marino

Gli Scoiattoli di Buccinasco provano a scalare la rocca di San Marino

I piccoli Bionics in trasferta sul Monte Titano per la prima edizione del torneo di minibasket, qualificati alle “final four”  si piazzano al quarto posto

Sport
Che peccato!
Play off: i Bionics perdono la "bella" con Cantù e dicono addio alla Serie C Gold

Play off: i Bionics perdono la "bella" con Cantù e dicono addio alla Serie C Gold

I gialloneri hanno la scorza dura: aver vinto Gara 1 contro un avversario temuto durante il campionato ha dato a tutti la consapevolezza di poter superare i propri limiti, ma non è bastato