Seguici su Fb - Rss

Domenica, 15 Aprile 2018 15:18
La festa finale

Rossoblù al traguardo con la paura di vincere

Gara sofferta quella degli Esordienti del Buccinasco che contro un ottimo Rogoredo hanno difeso il secondo posto in classifica dagli assalti della Lombardia 1

Gli esordienti del Buccinasco festeggiano la conquista del secondo posto nel campionato Primavera Gli esordienti del Buccinasco festeggiano la conquista del secondo posto nel campionato Primavera

La paura di vincere che fa tremare le gambe. Ha colpito ieri gli Esordienti del Buccinasco impegnati nella ultima gara del loro campionato Primavera di categoria. Contro un ottimo Rogoredo dovevano consolidare il secondo posto in classifica conquistato durante una stagione esaltante, dagli assalti della Lombardia 1 e del Baggio che con alcune gare da recuperare avrebbero potuto scavalcarli.

Il miracolo di Zung

Missione compiuta, anche se i rossoblù, proprio per la paura di vincere che li ha colpiti tutti indistintamente,  hanno rischiato di perdere, e avrebbero perso senza un miracolo di Zung, che, all’ultimo minuto del terzo tempo, ha effettuato un doppio intervento per togliere la palla destinata in rete prima sul suo palo, poi dall’incrocio dove era stata indirizzata dopo la sua prima respinta.

I numeri del campionato

Oltre al secondo posto, i buccinaschini hanno chiuso il campionato con la migliore difesa (cinque reti subite in tutto il girone, zero i gol subiti tra le mura dello Scirea), assieme a quella del Cologno, con Marco Maccari, capocannoniere con nove reti (inseguito a otto da Petris della Lombardia 1 che avendo ancora una gara a disposizione potrebbe superarlo), con il terzo attacco. Non male per una squadra che solo tre anni fa, quando è iniziato il suo ciclo, tra i Pulcini aveva incassato una valanga di gol al primo torneo disputato sui campi dell’Alcione.

Inizio di marca rossoblù

Dopo la straordinaria partita giocata a Sesto san Giovanni, ci si aspettava che i buccinaschini ripetessero la stessa gara contro il Rogoredo. E l’inizio  è stato tutto di marca rossoblù. Peccato che le prime due occasioni da gol capitate sui piedi di Ruvinetti (solo davanti al portiere biancoblù) e di Cavò siano finite: la prima deviata in angolo dal'estremo difensore ospite, la seconda alta sulla traversa.

Le occasioni mancate

Probabilmente le due reti mancate hanno minato le certezze dei giocatori in campo che da quel momento in poi non sono più riusciti ad esprimere il loro solito gioco fatto di scambi in velocità sulle fasce e verticalizzazioni sull’asse Strazzera – Maccari o Ruvinetti. Nel primo e secondo tempo, le occasioni capitate ancora a Ruvinetti, Cavò e Artoni sono state tutte neutralizzate senza troppi affanni dai loro avversari. Così piano piano è venuto fuori il Rogoredo.

La festa dopo la sofferenza

Il terzo tempo è stato di pura sofferenza, con Zung che si è elevato a salvatore della patria. Dopo una palla a fil di palo su punizione di Strazzera, con Spalla che non riesce a ribadire in rete e un’occasione di Dorso, il Rogoredo, prima segna su fuorigioco prontamente rilevato dall’arbitro, poi, in contropiede, impegna il portiere rossoblù in una straordinaria doppia parata. Al fischio finale è partita la festa, documentata dalle immagini della gallery qui in alto.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Powered by

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Sport
Giovani atleti crescono
Finali nazionali di ginnastica, l’Idrostar chiude con il botto

Finali nazionali di ginnastica, l’Idrostar chiude con il botto

Il “bottino” raccolto dalle atlete e atleti della società cesanese è di ben 5 titoli nazionali e 12 medaglie

Sport
Basket giovanile
Gli Scoiattoli di Buccinasco provano a scalare la rocca di San Marino

Gli Scoiattoli di Buccinasco provano a scalare la rocca di San Marino

I piccoli Bionics in trasferta sul Monte Titano per la prima edizione del torneo di minibasket, qualificati alle “final four”  si piazzano al quarto posto

Sport
Che peccato!
Play off: i Bionics perdono la "bella" con Cantù e dicono addio alla Serie C Gold

Play off: i Bionics perdono la "bella" con Cantù e dicono addio alla Serie C Gold

I gialloneri hanno la scorza dura: aver vinto Gara 1 contro un avversario temuto durante il campionato ha dato a tutti la consapevolezza di poter superare i propri limiti, ma non è bastato