Seguici su Fb - Rss

Lunedì, 26 Marzo 2018 16:22
Campionato di Seconda Categoria

Il Buccinasco cala il poker (di sconfitte consecutive)

Con quella di ieri, i rossoblù hanno perso la loro dodicesima partita su 25, una l’hanno pareggiata, solo dodici sono quelle vinte. Senza un cambiamento di rotta, anche i play off possono diventare una chimera

Nella foto, il protiere del Buccinasco, Basile, e il bomber Plachesi Nella foto, il protiere del Buccinasco, Basile, e il bomber Plachesi

E sono quattro. Un poker di sconfitte, una dopo l’altra, come granelli di un rosario recitato lungo una via crucis che non si sa dove conduca. Il Buccinasco dei grandi, quello che milita nel girone S del campionato di seconda categoria, ieri ha inanellato la quarta sconfitta consecutiva, sconfitta che l’ha fatto uscire, si spera non definitivamente, dalla zona play off. La quarta è arrivata contro la Visconti, formazione che certamente non brilla per qualità, visto il campionato anonimo che sta disputando. Intanto, contro i rossoblù i milanesi hanno segnato tre gol e incamerato una vittoria che, con i recuperi potrebbe dare un colore diverso alla loro stagione.

Campanello d'allarme

Il Buccinasco si è schierato con Basile, Gennari, Finelli, Razzari, Aguiari, Pavesi, Nicolino, Giordano, Pavia, Di Pierro, Plachesi. All’inizio la gara è equilibrata con la prima occasione capitata a Pavia che pressa un difensore in disimpegno, ma interviene il portiere del Visconti che allontana. Il primo gol subito potrebbe sembrare un colpo di fortuna: su una palla respinta di testa dalla difesa del Buccinasco il numero 7 della squadra di casa calcia al volo e insacca sotto la traversa. Ma è un campanello d’allarme. Passano pochi minuti e sempre l'esterno del Visconti parte sul filo del fuorigioco e, giunto davanti a Basile, calcia fuori.  Al 35’ del primo tempo esce Pavia che si infortuna, sostituito da Vailati.

Forze fresche

Il secondo tempo riparte con il Buccinasco più dinamico. I rossoblù conquistano un calcio d'angolo. Sugli sviluppi arriva il pareggio con un autogol, su tiro di Plachesi, della squadra di casa. Intorno al 15 l’arbitro decreta un rigore per i padroni di casa. Basile non riesce a rimediare: 2 a 1 per Visconti. Che mette dentro forze fresche ed è proprio uno dei nuovi entrati che realizza il gol del 3 a 1. La partita sembra finita. Nel Buccinasco va fuori Razzari, entra De Tullio.

Dodici sconfitte su 25 gare

I rossoblù tentano di raddrizzare la gara sbilanciandosi in avanti, ma concedono molti contropiedi agli attaccanti della Visconti che sprecano. Poi Gennari realizza un gran gol da fuori area. Nel convulso finale, Carrara viene espulso per proteste. Ma ha poco da protestare, visto che con quella di ieri, in campionato i rossoblù hanno perso la loro dodicesima partita su 25, una l’hanno pareggiata, solo dodici sono quelle vinte. Serve un cambiamento di rotta, perché con questo ruolino di marcia non si va da nessuna parte.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Powered by


 

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Sport
Giovani atleti crescono
Finali nazionali di ginnastica, l’Idrostar chiude con il botto

Finali nazionali di ginnastica, l’Idrostar chiude con il botto

Il “bottino” raccolto dalle atlete e atleti della società cesanese è di ben 5 titoli nazionali e 12 medaglie

Sport
Basket giovanile
Gli Scoiattoli di Buccinasco provano a scalare la rocca di San Marino

Gli Scoiattoli di Buccinasco provano a scalare la rocca di San Marino

I piccoli Bionics in trasferta sul Monte Titano per la prima edizione del torneo di minibasket, qualificati alle “final four”  si piazzano al quarto posto

Sport
Che peccato!
Play off: i Bionics perdono la "bella" con Cantù e dicono addio alla Serie C Gold

Play off: i Bionics perdono la "bella" con Cantù e dicono addio alla Serie C Gold

I gialloneri hanno la scorza dura: aver vinto Gara 1 contro un avversario temuto durante il campionato ha dato a tutti la consapevolezza di poter superare i propri limiti, ma non è bastato