Seguici su Fb - Rss

Sabato, 24 Marzo 2018 18:18
Campionato Esordienti

Il Buccinasco piega l’Ausonia dopo aver rischiato l’autogol

I rossoblù sfiorano l’autorete di Strazzera, ma Zung risolve deviando sopra la traversa. Con la vittoria sui milanesi,  i buccinaschini consolidano il secondo posto in classifica

La formazione degli Esordienti del Buccinasco impegnati nel campionato Primavera La formazione degli Esordienti del Buccinasco impegnati nel campionato Primavera

Partita a due facce, anzi tre, quella disputata dagli Esordienti del Buccinasco contro i pari età dell’Ausonia. A un primo tempo giocato con un po’ di sufficienza da parte dei rossoblù è seguito un secondo tempo di assoluta sofferenza in cui la squadra ha perso i collegamenti tra i repartii correndo il rischio di capitolare, e un terzo tempo in cui i buccinaschini hanno chiuso i neroverdi milanesi nella loro area e non li hanno fatti più uscire.

Prima poche emozioni...

Primo tempo senza particolari emozioni quello visto allo Scirea, con la penuria di centrocampisti che obbligano Maccari a giocare più arretrato rispetto al suo ruolo naturale. La cronaca segnala solo un tiro di Dorso finito alto,  uno di Artoni, debole sul portiere avversario, e uno di Maccari rimpallato da un difensore. Dopo appena una decina di minuti, Suighi dà forfait per il riacutizzarsi di un dolore all’anca.

Poi la sofferenza...

Nel secondo tempo  è l’Ausonia a sembrare la squadra da secondo posto e non il Buccinasco che quella posizione occupa con merito. I milanesi attaccano e prima tirano alto, poi Zung è costretto alla parata. Niente di difficile, ma pur sempre un campanello d’allarme. Un ulteriore tiro dei neroverdi finisce di poco fuori, poi addirittura i buccinaschini rischiano l’autogol di Strazzera, ma Zung risolve deviando sopra la traversa.

Il vantaggio

Nel momento migliore dell’Ausonia, il Buccinasco passa in vantaggio. Maccari arriva con un leggero ritardo su  un cross di Barbaro dalla destra, la palla finisce sui piedi di Artoni che al volo, dal limite sinistro dell’area, incrocia sul secondo palo. Un gol bellissimo, come il piccolo centrocampista ha abituato da tempo i suoi sostenitori.

Cambia la musica

Nel terzo tempo la musica cambia. I rossoblù cominciano a giocare sul serio e le azioni da gol si susseguono una dopo l’altra. Ruvinetti, più a suo agio rispetto alle ultime uscite, pecca di egoismo e invece di passare la palla a Maccari, meglio piazzato di lui, si lascia stoppare dal suo difensore.  Passano pochi minuti e Dorso, presa palla al limite del cerchio di centrocampo, dà il via a un’entusiasmante azione personale e dopo aver superato tre avversari scarica alle spalle del portiere dell’Ausonia, siglando il 2 a 0.

La classifica dei marcatori

Come detto si rivede il bel gioco. Un’azione manovrata da Barbaro, Strazzera, Maccari,  Dorso finisce con la palla deviata sul fonda dalla difesa neroverde. Dal calcio d’angolo successivo, dopo un batti e ribatti, Maccari sigla il 3 a 0 che permette ai rossoblù di consolidare il secondo posto in classifica alle spalle del Cologno, con cinque punti di vantaggio sulla Lombardia 1. Con la reteall'Ausoniai, Maccari sale al secondo posto della classifica marcatori. La difesa, invece si conferma la terza meno battuta del campionato, che vede al primo posto il Baggio Seconda con un solo gol subito, seguito a ruota dal Cologno con due.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Powered by

 

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Sport
Giovani atleti crescono
Finali nazionali di ginnastica, l’Idrostar chiude con il botto

Finali nazionali di ginnastica, l’Idrostar chiude con il botto

Il “bottino” raccolto dalle atlete e atleti della società cesanese è di ben 5 titoli nazionali e 12 medaglie

Sport
Basket giovanile
Gli Scoiattoli di Buccinasco provano a scalare la rocca di San Marino

Gli Scoiattoli di Buccinasco provano a scalare la rocca di San Marino

I piccoli Bionics in trasferta sul Monte Titano per la prima edizione del torneo di minibasket, qualificati alle “final four”  si piazzano al quarto posto

Sport
Che peccato!
Play off: i Bionics perdono la "bella" con Cantù e dicono addio alla Serie C Gold

Play off: i Bionics perdono la "bella" con Cantù e dicono addio alla Serie C Gold

I gialloneri hanno la scorza dura: aver vinto Gara 1 contro un avversario temuto durante il campionato ha dato a tutti la consapevolezza di poter superare i propri limiti, ma non è bastato