Seguici su Fb - Rss

Venerdì, 16 Marzo 2018 12:55
Il sogno

Una cintura nera alla conquista della Serbia

Luca Lo Savio, karateka di Corsico, parteciperà al JKA European Championship che si disputerà il prossimo 7 Aprile a Nis

Luca Lo Savio, diciottenne (da compiere) di Corsico, è allievo dell’istituto Righi Falcone di Corso Italia Luca Lo Savio, diciottenne (da compiere) di Corsico, è allievo dell’istituto Righi Falcone di Corso Italia

Aveva cominciato quasi per scherzo, fra qualche giorno disputerà i campionati europei di karate che si disputeranno in Serbia. È la parabola ascendente di Luca Lo Savio, diciottenne (da compiere) di Corsico, allievo dell’istituto Righi Falcone di Corso Italia, dove frequenta il IV anno di Grafica e comunicazione. Vi parteciperà in rappresentanza di Jka Italia, la scuola di Karate più importante del mondo, che ha migliaia di iscritti.

Karate shotokan

È da quando aveva solo 6 anni che Luca frequenta la palestra di via Primo Maggio, dell'Asd Centro sportivo di Corsico e quella di via Salma, sotto la guida del suo maestro Pietro Tarantino. Da ventiquattro mesi, assieme a Tarantino e per due volte la settimana, si allena sotto la guida di Naito Takeshi,  cintura nera 8° dan, arbitro internazionale ed insegnante. Naito Takeshi e il respnsabile della Japan Karate Association, una delle più importanti e maggiormente influenti organizzazioni di karate shotokan.

Campione italiano Cadetti Kumite

È stato Naito a volerlo al JKA European Championship che, appunto si disputerà a Nis, in Serbia, il prossimo 7 Aprile. In Italia, Luca Lo Savio, cintura nera, ha già ottenuto notevoli risultati. Si è piazzato al primo posto nella categoria cadetti Kumite e al terzo, sempre cadetti, categoria Kata, ai campionati italiani disputati nell’ottobre dell’anno scorso a Modena. Nel 2018  ha conquistato il primo posto categoria Kata nella Coppa JKA. Decine sono le coppe e i titoli conquistati negli anni precedenti.

Il sogno

La convocazione ha fatto felice Luca. “Era il mio obiettivo” dice “e ho lavorato duramente per ottenerla e mi impegnerò con tutte le mie forze per salire sul podio”. Dovrà vedersela con almeno trentacinque atleti iscritti nella categoria Cadetti Kata e una ventina della categoria Kumite. Una curiosità: è la prima volta che Luca va all’estero. Si aggregherà alla squadra a Milano e con lei volerà a Nis (l'Italia porta 12 atleti, 3 arbitri e un coach), dove spera di realizzare il suo sogno: conquistare la Serbia.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Powered by


   

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Sport
Giovani atleti crescono
Finali nazionali di ginnastica, l’Idrostar chiude con il botto

Finali nazionali di ginnastica, l’Idrostar chiude con il botto

Il “bottino” raccolto dalle atlete e atleti della società cesanese è di ben 5 titoli nazionali e 12 medaglie

Sport
Basket giovanile
Gli Scoiattoli di Buccinasco provano a scalare la rocca di San Marino

Gli Scoiattoli di Buccinasco provano a scalare la rocca di San Marino

I piccoli Bionics in trasferta sul Monte Titano per la prima edizione del torneo di minibasket, qualificati alle “final four”  si piazzano al quarto posto

Sport
Che peccato!
Play off: i Bionics perdono la "bella" con Cantù e dicono addio alla Serie C Gold

Play off: i Bionics perdono la "bella" con Cantù e dicono addio alla Serie C Gold

I gialloneri hanno la scorza dura: aver vinto Gara 1 contro un avversario temuto durante il campionato ha dato a tutti la consapevolezza di poter superare i propri limiti, ma non è bastato