Seguici su Fb - Rss

Sabato, 30 Dicembre 2017 17:45
Vietato vietare

Colpo di scena: il prefetto revoca le ordinanze “anti-botti” In evidenza

La decisione a ventiquattrore dalla notte di San Silvestro. Il provvedimento riguarda tutti i comuni della provincia di Milano che hanno sottoscritto il divieto

 

In alcuni comuni del Sud ovest milanese, l'abitudine a far scoppiare fuochi artificiali è ben radicata e non riguarda solo la notte di San Silvestro In alcuni comuni del Sud ovest milanese, l'abitudine a far scoppiare fuochi artificiali è ben radicata e non riguarda solo la notte di San Silvestro

di Francesco Semeraro

Sembra una beffa ma è tutto vero: la prefettura di Milano ha “sollecitato” il Comune di Rozzano (e tutti gli altri che lo hanno fatto) alla revoca dell’ordinanza con la quale il sindaco aveva vietato l’utilizzo di petardi  e fuochi pirotecnici fino al 31 Gennaio 2018. Si tratta di un vero e proprio colpo di scena, a ventiquattrore dalla notte di San Silvestro.

L'ordinanza revocata

L’ordinanza era stata emanata in seguito alle continue esplosione di botti a tutte le ore del giorno e della notte che, a Rozzano come altrove, se eseguiti fuori dalle regole, mettono a rischio  la salute di persone anziane  e animali domestici. Al solito, il provvedimento del sindaco era stato accolto positivamente da chi sostiene l’inutilità e le pericolosità dei “botti” di fine anno, criticato da chi non vuole perdere quella che è considerata una tradizione consolidata.

La sentenza del Consiglio di Stato

Qual è il motivo della presa di posizione del prefetto? E' presto detto. Ieri mattina, una sentenza del Consiglio di Stato ha stabilito che le ordinanze di divieto dei sindaci "non possono riguardare indiscriminatamente tutto il territorio comunale e ogni tipo di prodotto pirotecnico, ma solo alcune zone suscettibili e determinate categorie di fuochi d'artificio".

Stop a tutti i sindaci della Provincia

Il bello è che la richiesta di revoca non riguarda solo Rozzano, dove l’abitudine a far scoppiare fuochi artificiali è ben radicata e non riguarda solo la notte di San Silvestro, ma ogni ricorrenza (dai battesimi alle comunioni agli anniversari di matrimonio) . La prefettura infatti ha inviato la stessa revoca a tutti i comuni che hanno siglato ordinanze di tal genere, quindi compreso Assago, Buccinasco, Cesano, Trezzano e Corsico.

L'appello

Il sindaco Barbara Agogliati ha spiegato: ”Purtroppo, per motivi non dipendenti dalla volontà di questa amministrazione e legati esclusivamente ad aspetti normativi che regolano queste attività, abbiamo dovuto procedere con la revoca dell’ordinanza. Accogliamo dunque l’orientamento della Prefettura, nel rispetto della legge”. ll primo cittadino ha poi lanciato un appello ai suoi concittadini: “E’ giusto e lecito festeggiare ma in modo ragionevole  e nel pieno rispetto di quelle che sono le leggi nazionali vigenti. Mi rivolgo, in particolar modo, alle famiglie che hanno il compito di vigilare su chi utilizza tali ordigni. Invito ad usare la massima prudenza a tutela della salute e del benessere di tutti.”

Il vademecum

Il sindaco ha poi invitato tutti a seguire rigidamente le 8 regole di comportamento che evitano che la festa si trasformi in tragedia:
1. Rispettare sempre le istruzioni d’uso fornite dal fabbricante.
2. Non utilizzare gli articoli pirotecnici in luoghi dove si svolgono manifestazioni con affollamento di persone.
3. Utilizzare gli articoli pirotecnici ad una distanza non inferiore a metri 100 da ospedali, cliniche case di cura e di riposo.
4. Utilizzare gli articoli pirotecnici ad una distanza non inferiore a metri 100 da ricoveri ed allevamenti di animali (canili, gattili, stalle…).
5. Utilizzare gli articoli pirotecnici a una distanza non inferiore a metri 100 da aree boschive e/o a rischio di incendio.
6. Non utilizzare prodotti pirotecnici da terrazze e balconi.
7. In occasione delle celebrazioni del 31 dicembre l’utilizzo deve terminare entro le ore 02.00 del 1 gennaio 2018
8. Per qualsiasi informazione ulteriore sull’utilizzo rivolgersi sempre al rivenditore di prodotti pirotecnici presso il quale si è effettuato l’acquisto.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

 

Pubblicità

 

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Attualità
L'iniziativa
Lasabrial incontra i suoi fan all’Auchan di Cesano Boscone

Lasabrial incontra i suoi fan all’Auchan di Cesano Boscone

L’appuntamento con la giovane youtuber è per domenica 24 giugno quando parlerà e si farà fotografare dal vivo con i suoi follower

Attualità
La denuncia
La Festa della birra fa ubriacare la Cascina Grande

La Festa della birra fa ubriacare la Cascina Grande

A denunciare, con video e foto postati sui social, le carenze dell’organizzazione, l’ex consigliere comunale del M5s Simone D’Agnelli e Francesco Belluscio, membro del consiglio direttivo della Confcommercio

Attualità
La festa
L’arcivescovo ordina 29 nuovi sacerdoti, uno è di Buccinasco

L’arcivescovo ordina 29 nuovi sacerdoti, uno è di Buccinasco

Il suo nome è Simone Teseo, 29 anni, laureato in design, destinato alla parrocchia di Pero- Cerchiate