Seguici su Fb - Rss

Martedì, 14 Novembre 2017 16:54
La cerimonia

Mattarella inaugura il Campus dell'Humanitas In evidenza

Il nuovo polo è composto da tre edifici in grado di ospitare 1.200 studenti, docenti e ricercatori ed è dotato di un Simulation Lab tra i più tecnologici e grandi d’Europa, aule high-tech, biblioteca digitale e residence

Alla cerimonia, infatti, hanno partecipato tra gli altri,il Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella, il Ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda, il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Maria Elena Boschi Alla cerimonia, infatti, hanno partecipato tra gli altri,il Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella, il Ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda, il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Maria Elena Boschi

Un vero e proprio “parterre de roy” ha partecipato questa mattina alla inaugurazione del Campus di Humanitas a Rozzano. Si tratta di un nuova struttura universitaria ultratecnologica composta da  edifici immersi nel verde in grado di ospitare 1.200 studenti, aule high-tech, biblioteca digitale e residence. Sono stati investiti, complessivamente circa 100 milioni di euro.

La parata delle autorità

Si diceva del parterre de roy. Alla cerimonia, infatti, hanno partecipato tra gli altri,il Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella, il Ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda, il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Maria Elena Boschi, Roberto Maroni, Giuseppe Sala, i sindaci di Rozzano e Pieve Emauele Barbara Agogliati e Paolo Festa. Per Humanitas University sono intervenuti il presidente Gianfelice Rocca, il rettore Marco Montorsi, il prorettore   Alberto Mantovani  e, in rappresentanza degli studenti Javiera Ali.

Alta tecnologia

Fiore all’occhiello dell’intero complesso è il Simulation Lab, uno spazio ad alta tecnologia tra i più grandi in Europa. Sia il  Simulation Center   che il residence per gli studenti sono intitolati a Mario Luzzatto, manager di fama internazionale, artista e filantropo, scomparso nel 2012, il quale aveva donato al centro universitario rozzanese 20 milioni di euro. “Siamo riusciti a realizzare uno spazio in cui tutti, studenti, medici, professionisti, possono respirare l’aria del futuro – ha spiegato il presidente di Humanitas Gianfelice Rocca - Il Campus è l’ultimo tassello per preparare nel miglior modo i medici e professionisti della salute del futuro”.

I plus

Sono tre i plus del centro universitario. Il primo riguarda   la Faculty internazionale e la didattica innovative, il secondo si riferisce alla ricerca per la nuova ricerca, il terzo la qualità clinica al servizio di tutti. Così si va da un corso internazionale in Medicina e Chirurgia interamente in lingua inglese,  ai 300 ricercatori guidati dal Alberto Mantovani, impegnati in ricerca clinica, preclinica e traslazionale. E si finisce ad offrire le migliori cure possibili a circa 4.000 persone ogni giorno.Tanti sono I malati curati all’interno dell’ospedale.

seguici sulla nostra pagina Facebook

1 commento

  • Link al commento Adriana Andò Mercoledì, 15 Novembre 2017 17:22 inviato da Adriana Andò

    Il Presidente sarà passato sulla strada che porta in Humanitas che è portatrice di tumori visto l'intasamento automobilistico perenne. Una piccola fermata di metropolitana non è stata prevista per 4.000 persone al giorno. Non tutto è possibile

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Attualità
La tempesta
Bomba d’acqua, si contano i danni

Bomba d’acqua, si contano i danni

Scuole chiuse, scantinati allagati, il temporale scatenatosi ieri sera sul Sud ovest Milanese ha lasciato dietro di sé una scia di problemi

Attualità
La novità
Parco Sud, raddoppiano le sentinelle

Parco Sud, raddoppiano le sentinelle

Costituito un secondo gruppo di volontari che sorveglierà il territorio compreso fra Trezzano, Gaggiano e Cusago, minacciato da discariche abusive e altri scempi ambientali

Attualità
La sorpresa
Incredibile a Trezzano: qualità dell'aria entro la norma (con qualche distinguo)

Incredibile a Trezzano: qualità dell'aria entro la norma (con qualche distinguo)

I dati del monitoraggio Arpa in viale Indipendenza tra gennaio e marzo: gli sforamenti riguardano i PM10, particolarmente critici in inverno. Nella norma gli altri agenti inquinanti. Nuove analisi in estate