Seguici su Fb - Rss

Sabato, 28 Ottobre 2017 19:44
Lotta alla criminalità

I carabinieri mettono i sigilli al Tamaris In evidenza

Il circolo privato di Rozzano chiuso perché ritenuto “fonte di pericolo per l’ordine pubblico”

Nella foto, l'apposizione dei sigilli al circolo privato di Rozzano Nella foto, l'apposizione dei sigilli al circolo privato di Rozzano

Questa mattina, alle prime luci dell’alba, i carabinieri di Rozzano hanno messo i sigilli di chiusura temporanea del “Tamaris,  il circolo privato che ha aperto i battenti in via Monte Penice.

Rilevanza penale

Il provvedimento amministrativo era stato emesso dal questore di Milano lo scorso 24 ottobre ed è conseguenza degli accertamenti eseguiti dai carabinieri di Rozzano, che, più volte, durante gli ultimi mesi, hanno documentato una serie di episodi, alcuni di rilevanza penale.

Risse e pregiudicati

Nel locale, infatti sono avvenute risse con feriti e sono stati identificati molti clienti con precedenti penali. Tanti episodi messi insieme hanno convinto gli investigatori che il Tamaris fosse diventato una fonte di pericolo per l’ordine e la sicurezza pubblica.

Violenza sessuale

L’episodio più grave è avvenuto nella notte di domenica 8 ottobre scorsa quando una cliente del locale di origini marocchine aveva denunciato di aver subito una violenza sessuale e poi una rapina, ad opera di un suo connazionale poco prima conosciuto all’interno del circolo (leggi qui).

La coincidenza

Le indagini dei militari dell’Arma avevano poi permesso di individuare l’autore del reato, che, coincidenza delle coincidenze, è stato arrestato nella casa della sorella, proprio il 24 ottobre giorno della firma della chiusura del Tamaris.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Cronaca
L'allarme
Ritrovata bomba sull'Alzaia, fatta esplodere in una cava di Zibido

Ritrovata bomba sull'Alzaia, fatta esplodere in una cava di Zibido

Da Milano sono intervenuti gli artificieri dei carabinieri che hanno classificato l’ordigno come “bomba da mortaio” della lunghezza di 40 centimetri

Cronaca
La vittoria
Comune risarcito per i danni provocati dagli imputati dell’inchiesta del 2013

Comune risarcito per i danni provocati dagli imputati dell’inchiesta del 2013

Chiuso il procedimento con il quale l’amministrazione trezzanese aveva chiesto il pagamento, in via tra loro solidale, a tutti i 17 imputati nelle inchieste che avevano portato all’azzeramento della giunta Tomasino

Cronaca
Criminali in azione
Rapinatori assaltano la filiale di Buccinasco della Bpm

Rapinatori assaltano la filiale di Buccinasco della Bpm

I malviventi hanno agganciato la cassa dello sportello bancomat con un gancio da traino e utilizzando un potente automezzo l’hanno scardinata dalla parete trascinandola per un centinaio di metri