Seguici su Fb - Rss

Martedì, 05 Giugno 2018 12:33
Tentata estorsione

Gli vendono l’appartamento all’asta, minaccia di farlo esplodere e ricatta il nuovo proprietario

Egiziano di 34 anni finisce in manette con l’accusa di tentata estorsione: avrebbe chiesto 10mila euro, minacciando di far saltare in aria la casa

L'uomo a più riprese ha aggredito l’acquirente e lo ha minacciato, rivendicando il possesso dell’immobile L'uomo a più riprese ha aggredito l’acquirente e lo ha minacciato, rivendicando il possesso dell’immobile

I carabinieri, al termine di un’indagine lampo, hanno arrestato un egiziano di 34 anni residente in via Curiel a Rozzano. L’uomo è stato accusato di tentata estorsione ai danni di un imprenditore responsabile della cooperativa “Servizi Ferri”, con sede, in via Monviso, 68, sempre a Rozzano.

La casa è mia…

L’imprenditore aveva acquistato a un’asta  giudiziaria un appartamento in via Curiel 44 che sino a qualche mese fa era di proprietà dell’egiziano. Quest’ultimo, durante lo sfratto e nei giorni successivi, a più riprese ha aggredito l’acquirente e lo ha minacciato, rivendicando il possesso dell’immobile. Non contento, l’uomo pretendeva anche il versamento di 10mila euro. Se non gli fossero stati consegnati nel più breve tempo possibile, ha minacciato di far saltare in aria la casa con tutto quello che contiene.

A disposizione

Verificata la veridicità dei fatti, i carabinieri l’hanno rinchiuso in una cella di sicurezza della stazione di Rozzano, mettendolo a disposizione del magistrato di turno che ne deciderà la sorte.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Cronaca
L'interrogatorio
Delitto Assiane, parla il Gip: “Il killer deve rimanere in carcere”

Delitto Assiane, parla il Gip: “Il killer deve rimanere in carcere”

Il Giudice per le indagini preliminari ha convalidato il fermo e imposto il carcere a Fabrizio Butà, l’assassino del senegalese ucciso sabato scorso a Corsico 

Cronaca
La fine dell'incubo
Delitto di Corsico, l’assassino confessa e si costituisce ai carabinieri

Delitto di Corsico, l’assassino confessa e si costituisce ai carabinieri

Fabrizio Butà ha confessato di essere il killer Assan Diallo, il senegalese ucciso sabato notte al quartiere Lavagna

Cronaca
Svolta nelle indagini
Delitto di Corsico: trovata una pistola, la parola passa agli esperti della balistica

Delitto di Corsico: trovata una pistola, la parola passa agli esperti della balistica

Svolta nell’omicidio di Assane Diallo, trovata in uno scantinato di via delle Querce un’arma che potrebbe essere quella usata dall’assassino