Seguici su Fb - Rss

Venerdì, 23 Marzo 2018 12:08
Lotta alla microcriminalità

Tre arresti per spaccio e detenzione di droga

I carabinieri di Rozzano hanno fatto scattare le manette attorno ai polsi di tre giovani trovati in possesso di sostanze stupefacenti

Nella foto dosi di cocaina Nella foto dosi di cocaina

Continua la lotta delle forze dell’ordine nei confronti del traffico e spaccio di droga. L’ennesima operazione sul territorio è scattata questa notte. I carabinieri della tenenza di Rozzano in servizio di controllo hanno arrestato tre italiani residenti nel comune, con l’accusa di detenzione e spaccio di sostante stupefacenti.

Il rolex d'oro

I militari li hanno individuati notando uno strano viavai nella zona. Ieri sera hanno incrociato uno scooter con due di loro in sella che è scappato alla vista della pattuglia. Poco dopo gli investigatori sono riusciti a trovare il loro appartamento al piano terra. Durante l'appostamento hanno assistito a una possibile consegna di cocaina e hanno bloccato poco piuùavanti un uomo che aveva scambiato dalla finestra una stretta di mano con uno dei pregiudicati. L'irruzione in casa ha permesso di scoprire i tre (due di 25 anni e uno di 32) mentre preparavano le bustine di coca. Il bilancio dei sequestri a seguito delle perquisizioni nei tre appartamenti del gruppo (tutti nel quartiere dei Fiori) è di 115 grammi di cocaina, 101mila euro in contanti, un Rolex da 8mila euro e tre scooter di grossa cilindrata..

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Powered by

 

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Cronaca
Operazione antidroga
Pusher nascondeva in casa un piccolo tesoro, frutto dello spaccio

Pusher nascondeva in casa un piccolo tesoro, frutto dello spaccio

I carabinieri hanno arrestato in flagranza di reato, B.E, un albanese di 33 anni residente in via dei Gelsi al numero 35

Cronaca
L'interrogatorio
Delitto Assiane, parla il Gip: “Il killer deve rimanere in carcere”

Delitto Assiane, parla il Gip: “Il killer deve rimanere in carcere”

Il Giudice per le indagini preliminari ha convalidato il fermo e imposto il carcere a Fabrizio Butà, l’assassino del senegalese ucciso sabato scorso a Corsico 

Cronaca
La fine dell'incubo
Delitto di Corsico, l’assassino confessa e si costituisce ai carabinieri

Delitto di Corsico, l’assassino confessa e si costituisce ai carabinieri

Fabrizio Butà ha confessato di essere il killer Assan Diallo, il senegalese ucciso sabato notte al quartiere Lavagna