Seguici su Fb - Rss

Martedì, 18 Luglio 2017 09:31
La scoperta

Auto priva di assicurazione provoca un incidente. Sorpresa: è di una rumena intestataria di altri 600 veicoli In evidenza

Lo scontro all’incrocio tra via XXIV Maggio con via XXV Aprile, a Corsico. I vigili urbani scoprono che la vettura che ha causato l’incidente è una delle centinaia intestate a una donna straniera di 28 anni che risulterebbe vivere tra Milano e Genova

Nella foto una Ford Focus di colore azzurro metalizzato uguale a quella che ha provocato l'incidente a Corsico Nella foto una Ford Focus di colore azzurro metalizzato uguale a quella che ha provocato l'incidente a Corsico

Il fascicolo è stato trasmesso alla Procura della Repubblica perché svolga indagini più approfondite, e scopra, probabilmente, una gigantesca truffa le cui dimensioni sarà proprio la magistratura a definire. É bastato un incidente, per scoperchiare una pentola in cui bollono inquietanti elementi.

Lo scontro

I fatti. Sono le 8.43 di domenica. R.R. di 55 anni percorre via XXIV Maggio con il suo furgone Fiat Scudo bianco. All’incrocio con via XXV Aprile, viene urtato violentemente da una Ford Focus di colore azzurro metalizzato che non rispetta lo stop e spinge il furgone contro il muro del civico 29. A bordo della Ford due uomini, che appena escono dalla vettura, fuggono e abbandonano il veicolo, con le porte aperte, nell’area del parcheggio di via Montello. R.R., l'autista del furgone, dopo l’impatto, è stato trasportato in ospedale dove è rimasto alcune ore per verificare possibili traumi agli arti inferiori. I medici hanno poi redatto un referto di sette giorni.

Le indagini

Sembra un incidente come tanti altri.  Invece, le indagini degli agenti e del commissario della pattuglia Delta 21 di Corsico vanno in un altra direzione. Ed è una vera sorpresa. Interrogato il server della Motorizzazione, la proprietaria risulta essere una donna di origine rumene di 28 anni, intestataria anche di altri 600 veicoli almeno. La titolare di un “parco macchine” così imponente vivrebbe tra Milano e Genova.

Pericolo da evitare

Tocca ora alla Procura scoprire che tipo di organizzazione fa capo alla intestataria dei 600 veicoli. Se fossero tutti senza assicurazione rappresenterebbero un pericolo per chiunque avesse la sventura di subire un incidente in cui fossero coinvolti: avrebbe la certezza di non essere risarciti. E di questi tempi è un pericolo che sarebbe meglio evitare.

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Cronaca
Lotta alla microcriminalità
Altro giovane nei guai per spaccio di droga

Altro giovane nei guai per spaccio di droga

Finito agli arresti domiciliari, FG, nato nel 1993, residente a Cusago, caduto nella rete tesa dai militari dell’Arma

Cronaca
Lotta alla microcriminalità
Due studenti spacciatori finiscono agli arresti domiciliari

Due studenti spacciatori finiscono agli arresti domiciliari

Hanno appena diciannove anni e sono stati sorpresi in flagranza di reato , in via Isonza a Cesano Boscone

Cronaca
Lotta alla microcriminalità
Evade dagli arresti domiciliari, arrestato all’interno della Banca Popolare

Evade dagli arresti domiciliari, arrestato all’interno della Banca Popolare

L’uomo,  un cinquantenne residente in via Lombardia 1 a Buccinasco, è stato rinchiuso in una cella di sicurezza in attesa del processo per direttissima