Seguici su Fb - Rss

Sabato, 02 Giugno 2018 15:12
La tragedia

È morto questa notte il giovane di Corsico inghiottito dal canale

I sanitari dell’ospedale Papa Giovanni di Bergamo, dove era ricoverato, hanno avvisato i genitori che si sono precipitati nel capoluogo orobico

Sceso in acqua, Simone era stato risucchiato dalla corrente e sparito alla vista dei suoi amici. Sceso in acqua, Simone era stato risucchiato dalla corrente e sparito alla vista dei suoi amici.

Simone ha finito di lottare. Il giovane di 17 anni di Corsico che sabato 19 maggio, intorno a mezzogiorno, mentre stava giocando insieme ai suoi amici era  stato trascinato dalla corrente nelle acque del Muzza, è  morto. Il suo cuore ha smesso di battere questa notte.

La speranza

I sanitari dell’ospedale Papa Giovanni di Bergamo, dove era ricoverato, hanno avvisato i genitori che si sono precipitati nel capoluogo orobico.  Facevano la spola dalla loro casa nel centro storico di Corsico e il nosocomio bergamasco dove il figlio era stato trasportato subito dopo il drammatico incidente, nella speranza che migliorasse e uscisse dal coma. Non c’è stato niente da fare.

Condizioni disperate

Erano stati i suoi stessi amici, quasi tutti di Corsico (la comitiva era arrivata in treno) a lanciare l’allarme. Dovevano passare un pomeriggio spensierato festeggiando il compleanno di uno di loro ed  invece, la festa si è trasformata in tragedia. Sceso in acqua, Simone era stato risucchiato dalla corrente e sparito alla vista dei suoi amici. Era stato recuperato dai sommozzatori dei vigili del fuoco circa due chilometri più a valle. Era incastrato nelle griglie di uno scolmatore a pochi metri della centrale idroelettrica di Cassano d’Adda. Le sue condizioni erano subito apparse gravissime.

Il cuore si è fermato

I medici si erano subito resi conto della drammaticità della sua situazione. Nessuno sapeva quali danni aveva causato la mancanza di ossigeno al sistema neurovegetativo. Simone non ha più ripreso conoscenza. Chi ha potuto andarlo a trovare ha raccontato che aveva gli occhi aperti. Non li ha mai chiusi, sino a quando il cuore non si è fermato.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Cronaca
L'interrogatorio
Delitto Assiane, parla il Gip: “Il killer deve rimanere in carcere”

Delitto Assiane, parla il Gip: “Il killer deve rimanere in carcere”

Il Giudice per le indagini preliminari ha convalidato il fermo e imposto il carcere a Fabrizio Butà, l’assassino del senegalese ucciso sabato scorso a Corsico 

Cronaca
La fine dell'incubo
Delitto di Corsico, l’assassino confessa e si costituisce ai carabinieri

Delitto di Corsico, l’assassino confessa e si costituisce ai carabinieri

Fabrizio Butà ha confessato di essere il killer Assan Diallo, il senegalese ucciso sabato notte al quartiere Lavagna

Cronaca
Svolta nelle indagini
Delitto di Corsico: trovata una pistola, la parola passa agli esperti della balistica

Delitto di Corsico: trovata una pistola, la parola passa agli esperti della balistica

Svolta nell’omicidio di Assane Diallo, trovata in uno scantinato di via delle Querce un’arma che potrebbe essere quella usata dall’assassino