Seguici su Fb - Rss

Lunedì, 26 Giugno 2017 19:34
Amministrative 2017

Buccinasco, tutti gli eletti al Consiglio comunale

Sono dieci di maggioranza, sei di opposizione i nuovi consiglieri, ma non è detto che tutti rimangano al loro posto. Con l'assegnazione delle deleghe assessorili, tre o quattro non eletti potrebbero subentrare

La fascia tricolore che Rino Pruiti. nuoivo sindaco di Buccinasco indosserà nelle manifestazioni ufficiali La fascia tricolore che Rino Pruiti. nuoivo sindaco di Buccinasco indosserà nelle manifestazioni ufficiali

La maggioranza che ha vinto il ballottaggio a Buccinasco si schiererà con un modulo 7 - 3.  La minoranza potrà scendere in campo solo un 2-1-1-2. Dieci contro sei. Pd e Noi di Buccinasco hanno eletto al nuovo Consiglio comunale: Rosa Palone, David Arboit, Claudia Bianchi, Matteo Carbonera, Grazia Campese, Simone Mercuri, Stefano Parmesani (Pd); Martina Villa, Mario Ciccarelli e Giulia Lauciello (Noi di Buccinasco). L'opposizione ha Nicolò Licata, Aldo Scialini (Forza italia) schierati come punte?, Manuel Imberti (Lega) e Simona Cappuccini (Buccirinasco) a centrocampo, Alberto Schiavone e Riccardo Galli (M5s) in difesa.

Il gioco delle deleghe

A parte la metafora calcistica, sono questi i nomi che le urne hanno decretato diventino i nuovi consiglieri comunali di Buccinasco. Attenzione. Non è detto, però, che siano quelli definitivi. Perché adesso entra in gioco il balletto delle deleghe. Per esempio, Arboit e Palone sono in predicato di assumere importanti incarichi di giunta, A quel punto si dimetterebbero dal consiglio. Il loro posto potrebbe essere preso dai primi due non eletti della lista del Pd, Cesare Di Lieto e Paola Sturdà. Lo stesso dicasi per Martina Villa di Noi di Buccinasco, che potrebbe diventare assessore allo sport e ai giovani, oppure Mario Ciccarelli. Valeria Bombino è il nome a seguire.

Romanello out

Idem potrebbe accadere tra le opposizioni. Intanto, nello loro fila non appare Caterina Romanello, candidata sindaco della lista Buccirinasco che al primo turno aveva conquistato il 10% delle preferenze. Con l'apparentamento deciso in favore di Licata, la Romanello ha perso il ruolo di candidato sindaco e quindi il diritto di sedere in consiglio comunale in favore di Simona Cappuccini che ha riportato il maggio rnumero di preferenze. Il nuovo Consiglio comunale dovrebbe riunirsi entro una quindicina di giorni, dieci per l'esattezza dalla proclamazione del sindaco da parte di un magistrato. 

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Politica
L'intervista
Marco Osnato: “Dopo sette anni, finalmente l’incubo è finito”

Marco Osnato: “Dopo sette anni, finalmente l’incubo è finito”

Parla l’ex assessore al Bilancio del Comune di Trezzano, assolto nei giorni scorsi dall’accusa di aver manipolato appalti dell’Istituto case popolari

Politica
Il caos continua
Manca ancora il numero legale, rinviata l’approvazione della variante del Pgt

Manca ancora il numero legale, rinviata l’approvazione della variante del Pgt

Nel Consiglio comunale di Corsico si procede a singhiozzo. La maggioranza priva di quattro consiglieri, costretta a rinviare l’approvazione delle modifiche al piano regolatore

Politica
Seduta sospesa
Manca il numero legale, salta il consiglio comunale

Manca il numero legale, salta il consiglio comunale

L’assenza di quattro consiglieri di Forza Italia ha fatto annullare la seduta che doveva approvare il bilancio consuntivo delle municipalizzate di Corsico. In ballo ci sono 200mila euro di Iva non versata accertata dall’Agenzia delle entrate