Seguici su Fb - Rss

Giovedì, 11 Maggio 2017 12:50
La protesta

Buccinasco, lenzuola bianche contro le cosche mafiose In evidenza

La presa di posizione del mondo politico locale è la conseguenza del ritorno in città, nella sua casa di via Nearco, di Rocco Papalia, dopo 26 anni di carcere

Secondo Giovanni Falcone, la mafia sarà sconfitta quando ogni cittadino appenderà al proprio balcone un lenzuolo bianco Secondo Giovanni Falcone, la mafia sarà sconfitta quando ogni cittadino appenderà al proprio balcone un lenzuolo bianco

Lenzuola bianche ai balconi, per protestare contro il ritorno a Buccinasco di Rocco Papalia, il boss della ‘ndrangheta scarcerato le scorse settimane per “scontata pena”.  È l’appello lanciato dal consiglio comunale della città durante la seduta tenutasii la scorsa settimana, l’ultima della legislatura. L’assemblea cittadina ha votato all’unanimità un ordine del giorno che conferma l’impegno delle istituzioni contro le mafie e il malaffare.

Condannato per omicidio

La presa di posizione del mondo politico locale è la conseguenza del ritorno a Buccinasco, nella sua casa di via Nearco,  di Rocco Papalia, dopo 26 anni di carcere. Il boss della cosca Papalia-Barbaro doveva scontare anche una condanna a trent’anni di carcere per omicidio volontario aggravato dai futili motivi per aver ucciso, nel 1976,  Giuseppe De Rosa fuori da una discoteca di via Massarani, a Milano. Quella sentenza sembrava escludere la possibilità che Papalia uscisse dal carcere quest'anno. Invece, grazie ai benefici e agli sconti previsti dall'ordinamento penitenziario da una settimana è libero.

La comunione

Appena tornato a casa, Papalia ha continuato a far parlare di sé. Prima per la festa che gli hanno organizzato  parenti e affiliati, a base di champagne e pasticcini, poi per la prima comunione della nipote.

Lenzuola bianche ai balconi

Il ritorno di Papalia a Buccinasco ha sollevato parecchia preoccupazione nei residenti e di conseguenza nelle forze politiche che governano la città. Ieri sera, in consiglio, è stato quindi presentato un ordine del giorno in cui si fa appello alle “autorità competenti affinché non obblighino a soggiornare a Buccinasco" gli uomini dei clan dopo la scarcerazione perché "possono essere di nuovo punto di riferimento di una consorteria criminale ben radicata nel territorio”. Ed è con questo motivo che il documento contiene l’invito ai cittadini di appendere, domenica 28, un lenzuolo bianco al proprio balcone, "facendo proprie le parole di Giovanni Falcone che diceva che la mafia sarebbe stata sconfitta quando ogni cittadino avesse appeso al proprio balcone un lenzuolo bianco".

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Cronaca
Giornata infernale
Tir perde il rimorchio e sulla Tangenziale si sfiora la strage

Tir perde il rimorchio e sulla Tangenziale si sfiora la strage

I feriti inviati in più ospedali di Milano e provincia. Quelli in codice rosso al san Gerardo di Monza e all'Humanita di Rozzano, gli altri al Sacco, al Fatebenefratelli e al san Carlo

Cronaca
Viabilità a rischio
Ore 8,04: incidente blocca la tangenziale, il traffico impazzisce

Ore 8,04: incidente blocca la tangenziale, il traffico impazzisce

Ci sono voluti oltre trenta minuti per percorrere due chilometri su quasi tutte le direttrici che dal Sud ovest portano verso Milano

Cronaca
Le indagini
Finiscono in cella gli autori di due rapine a Cesano e a Trezzano

Finiscono in cella gli autori di due rapine a Cesano e a Trezzano

I due avevano assaltato una farmacia e una panetteria e sono stati individuati grazie alle telecamere di sorveglianza e alle impronte digitalii