Seguici su Fb - Rss

Giovedì, 11 Maggio 2017 12:50
La protesta

Buccinasco, lenzuola bianche contro le cosche mafiose In evidenza

La presa di posizione del mondo politico locale è la conseguenza del ritorno in città, nella sua casa di via Nearco, di Rocco Papalia, dopo 26 anni di carcere

Secondo Giovanni Falcone, la mafia sarà sconfitta quando ogni cittadino appenderà al proprio balcone un lenzuolo bianco Secondo Giovanni Falcone, la mafia sarà sconfitta quando ogni cittadino appenderà al proprio balcone un lenzuolo bianco

Lenzuola bianche ai balconi, per protestare contro il ritorno a Buccinasco di Rocco Papalia, il boss della ‘ndrangheta scarcerato le scorse settimane per “scontata pena”.  È l’appello lanciato dal consiglio comunale della città durante la seduta tenutasii la scorsa settimana, l’ultima della legislatura. L’assemblea cittadina ha votato all’unanimità un ordine del giorno che conferma l’impegno delle istituzioni contro le mafie e il malaffare.

Condannato per omicidio

La presa di posizione del mondo politico locale è la conseguenza del ritorno a Buccinasco, nella sua casa di via Nearco,  di Rocco Papalia, dopo 26 anni di carcere. Il boss della cosca Papalia-Barbaro doveva scontare anche una condanna a trent’anni di carcere per omicidio volontario aggravato dai futili motivi per aver ucciso, nel 1976,  Giuseppe De Rosa fuori da una discoteca di via Massarani, a Milano. Quella sentenza sembrava escludere la possibilità che Papalia uscisse dal carcere quest'anno. Invece, grazie ai benefici e agli sconti previsti dall'ordinamento penitenziario da una settimana è libero.

La comunione

Appena tornato a casa, Papalia ha continuato a far parlare di sé. Prima per la festa che gli hanno organizzato  parenti e affiliati, a base di champagne e pasticcini, poi per la prima comunione della nipote.

Lenzuola bianche ai balconi

Il ritorno di Papalia a Buccinasco ha sollevato parecchia preoccupazione nei residenti e di conseguenza nelle forze politiche che governano la città. Ieri sera, in consiglio, è stato quindi presentato un ordine del giorno in cui si fa appello alle “autorità competenti affinché non obblighino a soggiornare a Buccinasco" gli uomini dei clan dopo la scarcerazione perché "possono essere di nuovo punto di riferimento di una consorteria criminale ben radicata nel territorio”. Ed è con questo motivo che il documento contiene l’invito ai cittadini di appendere, domenica 28, un lenzuolo bianco al proprio balcone, "facendo proprie le parole di Giovanni Falcone che diceva che la mafia sarebbe stata sconfitta quando ogni cittadino avesse appeso al proprio balcone un lenzuolo bianco".

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Cronaca
Viabilità e traffico
Incidenti stradali a catena, il bilancio di oggi è di sei feriti

Incidenti stradali a catena, il bilancio di oggi è di sei feriti

Le carambole tra autovetture e tra auto e mezzi pesanti sono cominciate attorno alle 10 di questa mattina a Trezzano e sono proseguite a Rozzano, a Cusago e a Corsico

Cronaca
Microcriminalità in azione
Nuovo blitz dei ladri nelle scuole, rubati 5 pc e due robot

Nuovo blitz dei ladri nelle scuole, rubati 5 pc e due robot

Nonostante l’allarme sia scattato, i malviventi hanno avuto il tempo di cercare la chiave della porta blindata di un’aula in cui erano custoditi i dispositivi elettronici

Cronaca
Lotta alla microcriminalità
Arrestati in via Cavour, a Corsico, due spacciatori

Arrestati in via Cavour, a Corsico, due spacciatori

I giovani, un uomo e una donna di 26 e 22 anni, erano in possesso di dosi di hashish pronte per la vendita e circa 1000 euro in banconote di piccolo taglio