Seguici su Fb - Rss

Mercoledì, 19 Aprile 2017 13:46
Difesa dell'Ambiente

Sette comuni del sud ovest si uniscono per “Tessere verdeazzurro”

Saranno partner dell’iniziativa promossa dalla Fondazione Cariplo con il bando 2017 “Capitale naturale”

Il laghetto e la cascina del "Boscaccio" tra Gaggiano e Zibido SanGiacomo Il laghetto e la cascina del "Boscaccio" tra Gaggiano e Zibido SanGiacomo

Il progetto si chiama “Tessere verdeazzurro” (tessere in senso di tessitura, non tessere di partito) ed è stato elaborato dal Centro Studi Pim e da Phytosfera.   Parteciperà al Bando di Fondazione Cariplo 2017 “Capitale naturale” che promuove “la conservazione del capitale naturale e dell’ecosistema delle aree della rete Natura 2000 e delle aree naturalistiche a elevata importanza per il mantenimento della biodiversità nel territorio di riferimento della Fondazione Cariplo”

I magnifici sette

Sono sette i comuni del sud ovest che si sono consorziati. Oltre a quello di Buccinasco ci sono anche Cesano Boscone, Corsico, Cusago, Gaggiano, Trezzano sul Naviglio (capofila), Zibido San Giacomo e a Cave Merlini spa, Parco Agricolo Sud Milano, Legambiente onlus. L’obiettivo da raggiungere è la valorizzazione delle aree verdi del territorio, la riqualificazione delle zone umide e dei corsi d’acqua, condividendo le iniziative con le popolazioni locali. Secondo la Fondazione Cariplo “la tutela delle aree a elevata biodiversità e il loro collegamento permettono di garantire il mantenimento degli stock naturali e di fornire flussi di servizi in grado anche di contribuire al benessere e alla qualità della vita delle persone.

I fondi a disposizione

Ogni progetto potrà essere finanziato dalla Fondazione a partire da 450mila sino a 750 mila euro. Per quanto riguarda Buccinasco dovrebbe prevedere la riqualificazione ambientale dell’asse del fontanile Mortisia e altre di teste di fontanile, il recupero di corridoi ecologici e la valorizzazione di alcuni tracciati molto fruiti dai cittadini. Gli altri comuni dovrebbero comunicare  a breve le rispettive aree di intervento

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti