Seguici su Fb - Rss

Venerdì, 17 Febbraio 2017 10:22
Il teatro della vita

Devono celebrare il funerale, ma trovano chiuse le porte del cimitero In evidenza

Parenti e feretro costretti ad aspettare per più di un’ora che gli addetti alla gestione del camposanto arrivino con le chiavi

Nella foto di repertorio, una cerimonia funebre svoltasi regolarmente Nella foto di repertorio, una cerimonia funebre svoltasi regolarmente

Totò o Eduardo ne avrebbero fatto un must, una pièce teatrale di successo. Un amaro successo. Uno spaccato della società della comunicazione che non riesce a comunicare. Lo scenario è il comune di Buccinasco. La trama. Mercoledì, è stato celebrato il funerale di un signore (si evita per ovvie ragioni di farne nome, cognome, età e generalità).

Porte chiuse

Finita la cerimonia funebre in chiesa, il corteo è arrivato davanti al cimitero di via Romagna e… sorpresa delle sorprese ha trovato le porte chiuse, anzi sbarrate. Tutto deserto. Nessun addetto, nessun’anima (visto il luogo) che potesse spiegare perché non si poteva procedere con la tumulazione del feretro.I parenti, oltre al dolore per la loro perdita, sono stati assaliti dallo sgomento: non sapevano cosa fare. Il responsabile delle pompe funebri ha chiamato il comune. Allo stato civile hanno risposto di aver avvisato sia via fax (come vuole la prassi), sia con una mail la cooperativa che ha in appalto la gestione del cimitero che quel giorno ci sarebbe stato il funerale.

Telefoni caldi

Alla sede della cooperativa, a Paderno Dugnano, però, nessuno aveva letto i messaggi, ed essendo mercoledì giorno di chiusura del camposanto, ogni addetto aveva preso altri impegni. Le telefonate si sono incrociate, i fili del telefono sono diventati caldi. Da Paderno è partita una squadra che, naturalmente, vista la distanza è arrivata a Buccinasco più un’ora dopo. Un’ora che corteo, parenti, amici, hanno trascorso in attesa, con macchine e feretro posteggiati sotto il sole, dietro la porta sbarrata del cimitero. Di fronte allo sdegno e alle proteste dei partecipanti, il comune si è scusato per i disagi provocati.

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Attualità
Il Comune rivela le cifre
Mensa, tutti i numeri del “Metodo Errante”

Mensa, tutti i numeri del “Metodo Errante”

Il debito complessivo dal 2009 al 2015, che era di 1.227mila euro circa, si è ridotto a 796mila euro mentre sono inviati 135 preavvisi e comunicazioni di fermo amministrativo dei veicoli

Attualità
La terapia
Dolori alle ossa e ai muscoli? Scopri come si può guarire

Dolori alle ossa e ai muscoli? Scopri come si può guarire

Con il centro ortopedico OCS di piazza San Lorenzo, a Trezzano, collabora Paolo Zilvetti, della GlobalManualTeraphy, noto professionista biellese al servizio di sportivi e non

Attualità
La tempesta
Bomba d’acqua, si contano i danni

Bomba d’acqua, si contano i danni

Scuole chiuse, scantinati allagati, il temporale scatenatosi ieri sera sul Sud ovest Milanese ha lasciato dietro di sé una scia di problemi