Seguici su Fb - Rss

Venerdì, 20 Aprile 2018 12:29
Vale in tutto il Corsichese

Emergenza casa, in arrivo i contributi In evidenza

Stanziati fondi (sino a 3mila euro) per le famiglie in affitto in difficoltà e i proprietari di casa che non riescono a sostenere le spese per il mutuo

Uno scorcio di Trezzano vista dall'alto Uno scorcio di Trezzano vista dall'alto

L’emergenza casa anche nel Sud ovest milanese fa sentire i suoi morsi. La Lombardia è la regione con il maggior numero di provvedimenti di sfratto, seguita da Piemonte, Lazio, Emilia Romagna, Campania e Toscana. Per questo motivo, i Comuni del Corsichese ( Trezzano, Cesano Boscone, Buccinasco, Assago, Cusago) hanno deciso di sostenere le famiglie con morosità  incolpevole ridotta, che non abbiano uno sfratto in corso e i proprietari di casa con immobili all’asta per le difficoltà a sostenere le spese del mutuo o disposti a concedere i propri alloggi sfitti a famiglie sfrattate.

Dare scacco allo sfratto

Nella zona le morosità rappresentano quasi il 90% dei provvedimenti emessi, segno inequivocabile che i redditi da lavoro e da pensione, per una quota sempre maggiore di famiglie colpite dalla crisi, non sono sufficienti per affrontare le spese dell'abitazione, con costi al limite della sostenibilità economica. Orbene, sino al 31 maggio si può partecipare al bando “Interventi volti al contenimento dell’emergenza abitativa e al mantenimento dell’alloggio in locazione – anno 2018” che prevede  contributi riservati a famiglie in affitto (esclusi gli inquilini  delle case popolari) e a proprietari di casa.

I fondi disponibili

3 mila euro è la cifra destinata a famiglie che non abbiano uno sfratto in corso e a quelle il cui reddito è dato solo dalla pensione, “in grave disagio economico, o in condizione di particolare fragilità, per i quali la spesa per l’affitto rappresenta un costo eccessivo” . Aiuti, come scritto, sono previsti anche a famiglie che abbiano l’alloggio di proprietà “all’asta” a seguito di un pignoramento per mancato pagamento delle rate del mutuo e per “proprietari privati (anche persone giuridiche) di alloggi sfitti, disponibili a concederli in locazione a favore di famiglie sfrattate o in emergenza abitativa”  

Comuni in sinergia

“L’emergenza abitativa – ha spiegato l’assessore alle Politiche sociali di Trezzano Sandra Volpe in una nota stampa– è tra i problemi maggiori e più frequenti che le Amministrazioni comunali e i nostri Servizi sociali si trovano ad affrontare ogni giorno. Con queste misure, i sei Comuni del Distretto hanno deciso di agire in modo sinergico per offrire un sostegno concreto alle famiglie in difficoltà”. Tutte le informazioni e la modulistica è scaricabile dal sito del comune www.comune.trezzano-sul- naviglio.mi.it (Bacheca – Politiche Abitative) e deve essere consegnata, completa di tutti gli allegati, all’Ufficio Protocollo in via IV Novembre. Per maggiori informazioni sul bando e sulle modalità di partecipazione contattare l’Ufficio Casa al numero 02 48418312.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Powered by

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Attualità
La sentenza
Il Tar annulla un’ordinanza del Comune e lo condanna al pagamento delle spese

Il Tar annulla un’ordinanza del Comune e lo condanna al pagamento delle spese

L’incendio del magazzino della Cash & Carry spa a Corsico, ha dato vita a un contenzioso sulla rimozione dei rifiuti che si è risolto con la sentenza del tribunale amministrativo

Attualità
Sicurezza stradale
Trezzano: lavori in corso in viale Indipendenza, forti disagi alla circolazione

Trezzano: lavori in corso in viale Indipendenza, forti disagi alla circolazione

Per circa 8 giorni, sarà istituito il senso unico alternato, dal comune consigliano di percorrere la via solo se residenti

Attualità
Interventi edilizi
Scuole a Corsico: la Salma e la Copernico cambiano look

Scuole a Corsico: la Salma e la Copernico cambiano look

Approvati i progetti esecutivi per procedere al bando e assegnare i lavori di ristrutturazione che ammontano a a circa 500mila euro