Seguici su Fb - Rss

Mercoledì, 24 Gennaio 2018 13:52
Giornata della memoria

Tutti gli appuntamenti per non dimenticare l'orrore del genocidio

Film, spettacoli teatrali, conferenze. E Trezzano dedica ad Anna Frank il nuovo asilo di via Malibran: la cerimonia si terrà sabato 3 febbraio

Il 27 gennaio 1945, le truppe dell’Armata Rossa scoprirono il campo di concentramento di Auschwitz in Polonia e liberarono i superstiti Il 27 gennaio 1945, le truppe dell’Armata Rossa scoprirono il campo di concentramento di Auschwitz in Polonia e liberarono i superstiti

Gli appuntamenti sono l’occasione per celebrare il 27 gennaio, in cui, in tutto il mondo, si ricorda la Giornata della Memoria, voluta dall’Onu per commemorare le vittime dell’Olocausto. Perché il 27 gennaio? Perché in questo stesso giorno, nel 1945, le truppe dell’Armata Rossa scoprirono il campo di concentramento di Auschwitz in Polonia e liberarono i superstiti. Fu la prima volta che non nazisti videro con i propri occhi gli orrori del genocidio degli ebrei. I comuni del Sud ovest festeggiano la ricorrenza con una serie di eventi. Ecco quali.

Cesano

Sabato 27 gennaio alle 16.30, nella Sala delle carrozze di Villa Marazzi, in via Dante Alighieri 47, l’amministrazione comunale e la sezione cesanese dell’ANPI organizzano il dibattito “I diritti delle donne nel nostro tempo”, Interverrà Bruna Brembilla, ex sindaco della città e presidente del circolo donne “Sibilla Aleramo”.  A seguire “Un valzer per Rosie”, concerto multimediale con il violinista Maurizio Padovan.

Corsico

Venerdì 26 gennaio alle 11, nel Teatro di via Verdi, a cura della Compagnia Teatrale Mattioli, lo spettacolo "Come sorelle" riservato agli alunni delle scuole. Il testo è liberamente ispirato al racconto di Lia Levi "Sorelle" e al racconto "Il tempo  delle parole sotto voce", di Anne-Lise Grobety.

Buccinasco

Sabato 27 gennaio alle  17, nella Biblioteca comunale in via Buonarroti 8, lettura-spettacolo "Il viaggio della memoria" rielaborazione teatrale con testi tratti dai libri di Primo Levi, Brecht, Anna Frank, Hanna Arendt, edizione a cura di Noon Teatro
 
Venerdì 26 gennaio alle 21, all'Auditorium Fagnana, proiezione del film "Una volta nella vita" di Marie-Castille Mention-Shaar, che narra di una professoressa che propone alla sua classe più problematica in un liceo di Créteil, città nella banlieu sud est di Parigi, di partecipare a un concorso nazionale di storia dedicato alla Resistenza e alla Deportazione. L'incontro con la memoria della Shoah cambierà per sempre la vita degli studenti di una scuola che è un incrocio esplosivo di etnie, confessioni religiose e conflitti sociali.  
 
Sabato 27 gennaio negli spazi di accesso dell'Auditorium Fagnana di via Tiziano la mostra "Shoah e Samudaripen" a cura di Elisabetta Bozzi (Anpi Magenta) con visite guidate per le scolaresche di Buccinasco. La mostra affronta il tema sconvolgente del "genocidio", ossia dello sterminio di interi popoli di cui la Shoah riguarda l'eliminazione di 6 milioni di ebrei, il Samudaripen, la strage di 500 mila "zingari".

Sabato 27 gennaio, sempre all'Auditorium Fagnana, a partire dalle 20.30,  il concerto di jazz manouche della Four On Six Band, nell'ambito della stagione concertistica gratuita, che sarà preceduto dalla proiezione di "Improvvisamente, silenzio", video testimonianza di Piero Terracina a cura dell'associazione "21 Luglio". 

Rozzano

Venerdì 26 gennaio, Anna Steiner ( Architetto e Docente al Politecnico di Milano, figlia del designer e Partigiano Albe Steiner) e  Massimo Castoldi ( Consigliere della Fondazione Memoria della Deportazione) incontreranno gli studenti dell'Istituto Superiore Italo Calvino, per una testimonianza e riflessione sul tema della Shoah.

Venerdì 26 gennaio, al Cinema Fellini è stata organizzata la proiezione del film "Il Viaggio di Fanny" di Lola Doillon, riservata alle scuole medie di Rozzano.

Trezzano

Venerdì 26 gennaio alle 21, al Punto Expo di via Vittorio Veneto 30, “Nazismo: vita e morte – Lebensborn e T4”, a cura di Elisabeth Scarpa in collaborazione con l’Amministrazione comunale, l’Anpi sez. Vera Nardini, l’Associazione Nazionale Carabinieri sez. Nuvoletta e la Pro Loco.   

Sabato 27 gennaio alle 10, al Centro Socio Culturale di via Manzoni, Consiglio Comunale dei Ragazzi dedicato alla Giornata della Memoria Per l’occasione il CCR, in collaborazione con l’Anpi di Trezzano, presenterà “È più di un anno che vivo nel ghetto”, mostra di disegni e poesie dei bambini del ghetto di Terezin, da visitare sabato 27 dalle 10 alle 12 e dalle 16.30 alle 18.30.

Asilo “Anna Frank”

Ai ragazzi del Consiglio nei mesi scorsi è toccato scegliere il nome da conferire al nuovo asilo nido aperto a settembre in via Malibran. Tra le candidature proposte, i ragazzi hanno scelto il nome di Anna Frank, la ragazzina ebrea che durante la Seconda guerra mondiale fu costretta a nascondersi con la famiglia per sfuggire ai nazisti, vivendo in clandestinità in un appartamento di Amsterdam: dopo due anni furono scoperti e deportati nei campi di concentramento dove morirono tutti tranne il padre di Anna. Il diario scritto dalla ragazzina durante il periodo trascorso in clandestinità l’ha resa famosa in tutto il mondo. La cerimonia di intitolazione del nido si terrà sabato 3 febbraio.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

 Powered by

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Attualità
La novità
Apre al Tessera il nuovo centro socio-sanitario

Apre al Tessera il nuovo centro socio-sanitario

Un regalo utile e prezioso nel cinquantesimo anno di vita del quartiere cesanese

Attualità
Difesa dell'ambiente
Inquinamento Naviglio Pavese: l’Associazione Parco sud invia un esposto

Inquinamento Naviglio Pavese: l’Associazione Parco sud invia un esposto

I volontari hanno scoperto un tubo di scarico che sporge da un’azienda e si affaccia proprio sulle acque del canale, circondato da residui di sostanze oleose

Attualità
La "querelle"
Papalia: quel cortile è mio! Pruiti: no è di tutti

Papalia: quel cortile è mio! Pruiti: no è di tutti

Approvato un ordine del giorno urgente in appoggio alla scelta dell’amministrazione di opporsi alle richieste del vecchio boss