Seguici su Fb - Rss

Martedì, 13 Dicembre 2016 08:34
Pianeta donna

Un comitato per abolire tabù e pregiudizi

L’associazione è nata nel 2009 spontaneamente, grazie alla volontà e alla disponibilità di un piccolo gruppo di donne

Nell'immagine alcune delle donne che animano il comitato Ilaria Alpi Nell'immagine alcune delle donne che animano il comitato Ilaria Alpi

Tutto è nato da cinque donne assaghesi di diversa età, alcune iscritte a partiti e associazioni che operano sul territorio da decenni, altre non iscritte, ma tutte unite dalla passione di affrontare e di approfondire tematiche sociali con uno sguardo e una sensibilità tutta al femminile.  Certo, almeno inizialmente il gruppo era legato all’area del PD di Assago, che lo connotava anche politicamente e si incontrava in occasione della Festa della Donna dell’otto marzo. Poi però, con il passare degli anni, il nucleo originario si è allargato, dando spazio a temi apolitici e apartitici, a nuovi membri e ampliando le occasioni di incontro. Oggi il comitato è gestito da un direttivo di nove donne e conta attualmente una quarantina di iscritti che vanno dai venti ai settant’anni.

I temi in discussione

Molte sono le iniziative che ha organizzato finora puntando l’attenzione su temi come la mercificazione del corpo femminile nei mass media, la presenza delle donne nel Risorgimento Italiano, la valorizzazione dei talenti femminili, la disoccupazione giovanile (in particolar modo quella femminile), la creatività e l’imprenditoria femminile, gli abusi e la violenza contro le donne, i centri di accoglienza per abusati e il recupero di coloro che hanno commesso tali reati, la scrittura come forma di crescita individuale e generazionale.

Dedicato a Ilaria Alpi

È dall’11 febbraio dell’anno scorso che il Comitato “DONNEDIASSAGO” si è costituito in associazione femminile, scegliendo il nome di una donna forte e importante, appunto la giornalista Ilaria Alpi, la coraggiosa giornalista uccisa a Mogadiscio mentre seguiva la guerra civile somala e indagava sul traffico di armi e di rifiuti tossici illegali. Da allora il gruppo si chiama Ilaria Alpi Comitato “DONNEDIASSAGO”.
Nel nome, c’è il programma. L’intenzione dell’associazione è di proseguire il cammino con la stessa passione, libertà e volontà, che ha contraddistinto la carriera di Ilaria Alpi. Tutte sono concordi, a partire dal presidente, Rita Cioffi, passando da tutti gli altri membri del direttivo Marisa De Santis, Monica Maduli, Noemi Bardella, Rita Cioffi, Maria Grazia Cordani, Eleonora Guidorzi, Lauretta Mattei, Concetta Simona Piccolo, Cristina Maria Luisa Romanelli.

Abilire tabù e pregiudizi

L’obiettivo principale di tutti i progetti è quello di creare una rete di informazione e culturale, che non solo unisca le donne di Assago, ma che abolisca tabù e pregiudizi a loro legati. Da qui la scelta di organizzare incontri coadiuvati dagli interventi di vari esperti, toccando argomenti di attualità. Chiunque volesse aderire o solo chiedere informazioni può prendere contatto scrivendo all’indirizzo e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o telefonare al 339868692

Altro in questa categoria: Si apre il Villaggio di Babbo Natale  »

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Attualità
La polemica
Risarcimento danni da corruzione, scoppia la polemica

Risarcimento danni da corruzione, scoppia la polemica

La causa civile si è conclusa il 30 ottobre scorso con l’abbandono da parte del Comune del giudizio, in cambio del versamento immediato di una cifra che molti reputano troppo bassa

Attualità
Il presidio
Mamma dell’Ikea licenziata, chiesto il reintegro

Mamma dell’Ikea licenziata, chiesto il reintegro

Sindacalisti e politici al presidio organizzato davanti alla filiale  di Corsico in difesa del posto di lavoro di Marica Ricutti, madre di bimbo disabile e lasciata a casa dopo 17 anni

Attualità
Il ricorso
Largo Risorgimento, Trezzano chiede al Tribunale di sospendere la sentenza di condanna

Largo Risorgimento, Trezzano chiede al Tribunale di sospendere la sentenza di condanna

Il Comune ha presentato istanza, alla Corte d’Appello di Milano, e richiesto di sospenderne l’esecutività perché secondo i legali esporrebbe l’ente a un danno gravissimo